Vacanze in Sicilia: cosa vedere sull’isola. Consigli e suggerimenti

traghetti sicilia


La Sicilia è la più grande isola del Mediterraneo. Goethe, nel suo Viaggio in Sicilia scrive: “l’Italia senza la Sicilia, non lascia nello spirito immagine alcuna. È in Sicilia che si trova la chiave di tutto. La purezza dei contorni, la morbidezza di ogni cosa, la cedevole scambievolezza delle tinte, l’unità armonica del cielo col mare e del mare con la terra… chi li ha visti una sola volta, li possederà per tutta la vita”. La Sicilia viene scelta ogni anno da milioni di turisti che desiderano visitarla: uno dei modi migliori per raggiungere l’isola è quella di prenotare su Internet un traghetto per la Sicilia, visto che vi sono parecchie offerte speciali per navi veloci e traghetti verso l’isola siciliana.
E’ meta per turisti, viaggiatori, studiosi da ogni parte del mondo, poichè è costellata di paesaggi urbani e naturali variegati. Possiede oltre mille chilometri di coste, arcipelaghi di isole minori, ha il vulcano più alto d’Europa, l’Etna. Sul suo territorio si distendono: la porzione estrema dell’Appennino italiano, distese collinari, boschi verdeggianti, laghi e fiumi, caratteristici borghi medievali come Erice, città barocche come Catania, Noto, Modica, Ragusa, Scicli.

Visitare la Sicilia, significa scegliere tra numerose mete interessanti. Una sola regione contiene ben sette siti culturali proclamati, dall’UNESCO, Patrimonio Mondiale dell’Umanità: l’Area Archeologica di Agrigento, la Villa Romana del Casale a Piazza Armerina, Siracusa e le Necropoli di Pantalica, le città tardo barocche della Val di Noto, Palermo arabo-normanna e le Cattedrali di Cefalù e Monreale, il Monte Enta, le Isole Eolie.

Da visitare, assolutamente è il Parco Archeologico e Paesaggistico della valle dei Templi (Patrimonio Unesco dal 1997). Sul suo promontorio si ergono i templi dorici dell’antica Akragas, tra questi, in ottimo stato di conservazione, si può ammirare il Tempio della Concordia che conserva intatta la sua peristasi ed entrambi i frontoni. E’ possibile godere dello straordinario panorama notturno, approfittando dell’apertura serale del Parco in estate, e seguire le numerose attività culturali e di intrattenimento che hanno luogo in questa suggestiva cornice.

Un altro sito archeologico da visitate, Patrimonio Mondiale Unesco, è la Villa Romana del Casale (Piazza Armerina, in provincia di Enna). Si tratta di una ricca, abitazione del IV secolo d.C. che si distingue per la bellezza della sua architettura e la ricchezza dei mosaici policromi che coprono la superficie dei pavimenti.

La città di Taormina, arroccata sul promontorio affacciato sul Mar Jonio, offre un affascinante panorama sulla costa. Dalla cavea dell’antico teatro greco è possibile partecipare ad eventi culturali: un’esperienza resa particolare dallo straordinario scenario circostante.

Le isole Eolie, uno degli arcipelaghi che costellano il mare siciliano, costituiscono una delle mete turistiche balneari più ricercate. Sono di incantevole bellezza, possiedono paesaggi naturali dovuti a continui processi di costruzione e distruzione vulcanica, nonchè interessanti aree archeologiche da scoprire.

L’Etna è il vulcano attivo più studiato e monitorato al mondo. Vulcanologi e geologi da tutto il mondo trovano interessanti spunti di ricerca in esso e nel territorio ad esso circostante. Il Parco dell’Etna offre un suggestivo panorama anche ai non esperti: il fascino del contrasto tra la fredda neve e lava incandescente tra i versanti dell’Etna è uno spettacolo unico da cui poter godere (seguendo precise norme di sicurezza) insieme alle guide esperte del Parco che consentono la possibilità di fare escursioni sul Monte. Alle pendici dell’Etna, esistono aree attrezzate, luoghi di ristoro e la possibilità di fare percorsi a cavallo o di trekking.

Per gli amanti della natura si consigliano anche delle escursioni nel Parco dei Nebrodi e delle Madonie (Geoparco, Patrimonio Unesco) tra esemplari di fauna e flora tipica del Mediterraneo.

Palermo, centro culturale, sociale, artistico, capoluogo della Sicilia, proclamata capitale della cultura per il 2018, offre numerose attrazioni turistiche. Prima tra tutte, non si può trascurare di ammirare il risultato della commistione artistica araba e normanna, testimoniata dalle opere architettoniche e dalle soluzione artistiche di alto livello, come i mosaici che ricoprono intere pareti con sfavillati tessere dorate. Ammirate la Cappella Palatina all’interno del Palazzo dei Normanni, la Chiesa di San Giovanni degli Eremiti, di San Cataldo, Santa Maria dell’Ammiraglio.
Il Duomo di Monreale e Cefalù costituisco, fuori dal capoluogo, altre mete interessanti per ammirare l’architettura e l’arte arabo-normanna.  Raggiungere Palermo dall’Italia è molto semplice: è sufficiente prenotare online un traghetto da Genova a Palermo in anticipo in modo da poter risparmiare sul trasferimento.

Passando per i vicoli di Palermo, potete fare un tuffo nelle tradizioni più antiche della città, immergendovi dei mercati storici: il mercato della Vucciria, del Capo, del Borgo Vecchio e di Ballarò. Quest’ultimo è il più antico di tutti; mentre il mercato della Vucciria è reso celebre dal dipinto di Renato Guttuso, artista siciliano del ‘900.
Il capoluogo Siciliano è celebre anche per il Festino di Santa Rosalia, una tradizione centenaria che si ripete ogni anno nella notte tra il 14 e il 15 luglio, per celebrare e ringraziare la patrona che liberò la città dalla peste scoppiata nel ‘600. Se si decide di trascorre le vacanze in Sicilia intorno a questa date, è bene non rinunciate a questo appuntamento seguendo la spettacolare festa lungo il Cassaro (attuale via Vittorio Emanuele), nel cuore del centro storico di Palermo: rappresentazioni teatrali itineranti che raccontano la storia della Santa, acrobati, spettacoli musicali, fuochi d’artificio sono tra le iniziative pensate e organizzate sempre in modo diverso ogni anno.

Una vacanza in Sicilia è in grado di soddisfare tutti i gusti, troverete storia, archeologia, paesaggi naturali, arte, tradizioni, spiagge, sole.