UN MESE ALLA MARCIALONGA CYCLING CRAFT, L’EVENTO CICLISTICO FESTEGGIA 10 ANNI DI GLORIA

Partenza_colore06


Il 12 giugno scoccherà l’ora della 10ª Marcialonga Cycling Craft

In palio una fiammante bici da corsa Merida Reacto 400 in carbonio color nero metallizzato
Il Brevetto è un’occasione unica per testare il percorso. Le calze Ekoi arricchiranno il pacco gara

La Minicycling in mountain bike è dedicata a tutti i ragazzi fino ai 16 anni

 

“Per essere parte del Gran Fondo World Tour gli organizzatori devono necessariamente offrire una location o un percorso unico, che garantisca al cicloamatore l’opportunità di sentirsi professionista per un giorno”, è lo slogan del circuito ciclistico Gran Fondo World Tour, un ‘motto’ che tra un mese la Marcialonga Cycling Craft, unica tappa italiana a rappresentare questo challenge internazionale, saprà incarnare nel migliore dei modi, offrendo sia degli scenari d’impareggiabile bellezza come le valli trentine di Fiemme e Fassa, sia “unique tracks”, percorsi mozzafiato immersi nella natura. Il 12 giugno la seconda sfida di casa Marcialonga festeggerà i primi dieci anni di appartenenza alla storia delle manifestazioni granfondistiche in Italia, dieci anni che hanno saputo raccogliere la passione degli atleti in un unico evento ed un cospicuo numero di aficionados che regolarmente si presentano ai nastri di partenza di uno degli appuntamenti per eccellenza del panorama nazionale. Le iscrizioni alla quota di 35 euro saranno comprensive di un ricco pacco gara e, novità dell’ultim’ora, il nuovo partner Merida metterà in palio ad estrazione per gli iscritti una bici da corsa Reacto 400 in carbonio color nero metallizzato. L’estrazione si effettuerà al termine della cerimonia di premiazione alle ore 14 in piazza a Predazzo, e solo chi sarà presente potrà godere di questo fantastico premio. Il già ricco pacco gara si arricchirà anche con delle calze firmate Ekoi, color rosa in onore del prestigioso Giro d’Italia. Il 20 maggio, inoltre, scadrà la possibilità di avere il proprio nome stampato sulla tabellina, un altro bel ricordo di questa decima edizione.

La Marcialonga Cycling Craft farà inoltre parte del Campionato Nazionale ACSI e del ‘circuito che premia la passione’ Zero Wind Show. Gli appassionati del pedale potranno già testare i percorsi di gara, anche grazie allo speciale Brevetto dedicato a coloro che, da giugno a settembre, vorranno percorrere i 135 km dell’itinerario ‘granfondo’, gustandosi senza fretta il panorama ed un buon caffè negli esercizi convenzionati, in cui i ciclisti dovranno richiedere un timbro. I brevettati avranno poi diritto ad uno sconto di 5 euro sull’iscrizione e ad un avanzamento in griglia alla successiva Marcialonga Cycling Craft.

Il brevetto può essere scaricato direttamente dal sito www.marcialonga.it oppure può essere richiesto presso la sede Marcialonga in località Stalimen a Predazzo (TN), luogo di partenza. L’intero tracciato di 135 km e 3.279 metri di dislivello dovrà essere percorso in una sola giornata ed in ognuno dei cinque punti segnalati sul libretto dovranno essere apposti il timbro e la data. Al ritorno, sempre all’ufficio della Marcialonga, sarà verificata la validità dei timbri e rilasciato un diploma che certificherà la riuscita dell’‘impresa’, accompagnato da un gadget omaggio. Una volta partiti, i ‘devoti’ della bicicletta attraverseranno i centri abitati di Ziano, Panchià, Tesero e Cavalese, cuori pulsanti della Val di Fiemme, proseguendo verso il vicino Alto Adige. Il primo timbro verrà posto dopo la prima salita ad Aldino, una pausa a coronamento dei primi sforzi sul pedale, necessaria a prender fiato prima di affrontare l’impegnativa erta di Passo Lavazè, con le cime del Corno Nero e Corno Bianco a fare da sfondo alla propria possente scalata. È arrivato il momento del secondo timbro e di risalire in sella per ripercorrere i paesi della Val di Fiemme in senso contrario, tornando agli impianti di risalita del Latemar e concedersi la meritata terza sosta. Carichi si ripartirà verso la Val di Fassa giungendo sino alle pendenze di Passo San Pellegrino, ponendo il quarto sigillo di giornata. S’imboccheranno dunque i ripidi tornanti in discesa per poi attaccare l’ultima ‘epopea’: il Passo Valles ed il timbro finale. Il lungo declivio conclusivo attraverserà il Parco Naturale di Paneveggio ed arriverà a Predazzo, nuovamente tra le braccia della Marcialonga.

Tutte le altre informazioni, il percorso nel dettaglio, i punti di assistenza certificati ove fosse necessario e le strutture in cui porre i sigilli, sono indicati al sito web www.marcialonga.it alla sezione ‘brevetto’ della finestra ‘eventi’. Il percorso ‘granfondo’ sarà il medesimo anche nella giornata della decima Marcialonga Cycling Craft, mentre in abbinamento ci sarà anche un itinerario meno impegnativo, un ‘mediofondo’ di 80 km e 1.894 metri di dislivello. Ma non ci saranno solamente iniziative dedicate ai grandi, ai giovani verrà riservata la Minicycling, una gara promozionale di mountain bike per i competitors fino ai sedici anni, e parte del circuito Minibike di Fiemme e Fassa. Una gimkana di 850 metri per le vie del centro storico di Predazzo, da percorrere più volte in base alle categorie, le quali si suddivideranno in “Topolini” (1 giro corto), “Pulcini” (3 giri), “Baby” (4 giri), “Cuccioli” (5 giri), “Esordienti” (7 giri) ed “Allievi” (8 giri). Tra un mese dunque la passione ciclistica di grandi e piccoli e due mondi vicini ma spesso differenti come quelli delle bici da strada e delle mountain bike confluiranno in un unico grande evento: la Marcialonga Cycling Craft. Vietato mancare.

Info: www.marcialonga.it