RECORD DELL’ORA DONNE ACSI, CHRISTIANE KOSCHIER PER LA STORIA

Koschier_Gruppo


La sfida andrà in scena il 26 marzo al velodromo di Montichiari (BS)

La tesserata ACSI si cimenterà con il record dell’ora

Christiane Koschier tenterà di stabilire un nuovo primato

L’atleta austriaco-veronese vittima di un curioso episodio nel 2014

 

 

La tesserata ACSI Christiane Koschier tenterà di battere il record dell’ora femminile che lo scorso 27 febbraio l’americana Evelyn Stevens centrò a Colorado Springs, a 1800 metri di quota. Il primato ottenuto in terra statunitense nei sessanta minuti di percorrenza è di 47.980 km, ‘bruciando’ di 1098 metri la precedente distanza coperta dall’australiana Bridie O’Donnell, ad Adelaide.

La Koschier tenterà l’impresa del “Record dell’Ora Donne ACSI” al velodromo di Montichiari (BS), assistita dal proprio allenatore e marito Nicola Rama: “È da un anno che contiamo di realizzare questo progetto, vorremmo arrivare al record UCI ma ci sentiamo fedeli ad ACSI e ci sembrava giusto ‘passare prima da loro’. La preparazione è oramai terminata, quest’ultima settimana la consideriamo di ‘scarico’, la stiamo utilizzando per andare in pista con rapporti duri. Christiane aveva alcuni deficit di forza, ma si sente in grado di poter raggiungere questo record, è una guerriera. L’allestimento e l’allenamento per questa prova hanno comportato un bell’impegno per la nostra famiglia ma, prima di tutto, mia moglie è riuscita a fare ciò a cui tiene di più, la mamma dei nostri due figli. Dopo la gara si prenderà un po’ di relax, non si è mai fermata neanche dopo aver ottenuto il titolo italiano ed europeo di ciclocross ACSI. Tenevamo particolarmente a ringraziare il responsabile nazionale ACSI Emiliano Borgna, uno dei pochi a credere in noi e ad entusiasmarsi per il nostro progetto, siamo fieri di poterci provare con ACSI Ciclismo”.

La ciclista è tornata nella Galleria del Vento del Dipartimento di Ingegneria dell’Università di Perugia per poter studiare al meglio la propria aerodinamica. Il personale del Laboratorio ha fornito il supporto tecnico necessario per riuscire a definire anche i più piccoli dettagli che potrebbero rivelarsi preziosi al fine di raggiungere la miglior prestazione assoluta.

Un altro curioso evento ha fatto salire agli onori della cronaca Christiane Koschier, questa volta spiacevole. Nell’ottobre del 2014 a Sossano, in provincia di Vicenza, un maldestro cacciatore troppo vicino alla strada ha puntato il fucile verso una lepre, colpendo accidentalmente la ciclista di passaggio dal consueto allenamento mattutino. Tutto poi è andato per il meglio ed ora la pedalatrice austriaco-veronese tornerà agli ‘onori della cronaca’ con quest’iniziativa sportiva di assoluto livello.

Christiane Koschier è un’atleta formidabile e tenterà di dimostrarlo ancora una volta, dedicandosi anima e corpo ad un record che richiede abilità fisiche e mentali non indifferenti.

Info: www.acsi.it/Ciclismo