L’ arte funeraria nella storia

img


L’ arte funereria è uan parte fondamentale nella cultura delle civiltà che si sono susseguite nella storia e se oggi in caso di decesso possiamo avere la tumalazione o la cremazione Roma, nel corso dei secoli abbiamo  avute diverse tipologie di riti per celebrare la morte.

L’ arte funeraria nello specifico riguarda tutti quei lavori che servono per abbellire la tomba del defunto,  allo scopo di rendere migliore la vita nell’ aldilà o di celebrare quello che è stato fatto durante la loro vita.

L’ evoluzione dell’ arte funeraria

Quella della cultura della tomba del defunto è una tradizione che ha origini antichissime, essa infatti risale a circa 50.000 anni fa durante il periodo dell’ uomo di Nenderthal e abbiamo traccie di vasi e pitture all’ interno dell tombe nelle culture indù e soprattutto nella cultura egiziana, dove i faraoni venivano sepolti con tutte  le loro ricchezze come dimostra il tesoro di Tutankhamon, inoltre sono presenti nella cultura cinese, rappresentati ad esempio  dall’ Esercito di Terracotta.

Altri esempi della grandezza dell’ arte funeraria sono il Mausoleo di Alicarnasso, considerato undelle sette meraviglie del mondo antico e il monumentale Taj Mahal indiano.

Nella storia dell’ arte funeraria  abbiamo altri esempi di grandi magnificienze come ad esempio:

  • I Moai le famossime sculture dell’ isola di Pasqua, che rappresentano dei simboli del passato di quell’ isola
  • Nella cultura romana e cinese la principale forma di arte funeraria era rappresentata dalla cremazione e le spoglie dei defunti venivano messe all’ interno di vasi ornati.
  • In molte culture erano presente delle figure psicopompe come ad esempio Ermes nella cultura greca e e Charun per gli Etruschi.

Tipologie di  tombe

Nel corso dei secoli abbiamo assistito a diverse tipologie di rappresentazione di arte funeraria come ad esempio la classica tomba, dove insieme al corpo del defunto  vengono inseriti  degli oggetti personali.

Le tombe più grandi rappresentate da diversi  edifici, in cui vengono sepolto più persone, magari facenti parti di una stessa famiglia, prende il nome di mausoleo mentre le steli o lapidi sono delle  pietre che vengono messe sopra al corpo del defunto e dove vengono solitamente scritte le generalità.

Le culture europee come quella greca e romana  hanno  le necropoli, che possiamo paragonare ai moderni cimiteri e rappresentano  una serie di tombe inserite in maniere disordinata all’ interno di un luogo adibito.

Un’ altra zona  area cimiteriale conosciuta è quella delle catacombe, delle tombe sotteranee che sono scavate nel tufo e possono arrivare fino a 30 metri di profondità.