Il terrorismo non ferma il Capodanno: Europa in festa

capodannobarcellona


Il Capodanno da poco trascorso è stato festeggiato, come sempre, in grande stile. I recenti attentati terroristici di Parigi e la conseguente allerta non hanno fermato o impaurito migliaia di persone che, in tutto il mondo, hanno celebrato il nuovo anno nelle piazze o nei locali.

Le piazze europee salutano il nuovo anno

Passare il Capodanno in piazza (magari straniera) è un’esperienza indimenticabile. Ritrovarsi a contare i secondi insieme a migliaia di persone, scambiarsi gli auguri con amici e sconosciuti, cantare e ballare sotto i fuochi artificiali è il modo più speciale per accogliere l’anno nuovo.

Le grandi città europee non si sono smentite neanche quest’anno: Madrid ha festeggiato il 2016 in Plaza Porta del Sol. Nonostante l’enorme schieramento di forze di polizia e il limite massimo di persone che sono riuscite ad entrare, la capitale spagnola non ha deluso le aspettative. Stessa sorte per Barcellona, che ha trascorso la Noche Vieja davanti la spettacolare fontana magica di Montjuic: giochi di acqua e luce, musica e fuochi artificiali.

Parigi, nonostante gli ultimi eventi, non ha rinunciato a celebrare il nuovo anno. Gli Champs Elysees hanno accolto parigini e non. Altissime le misure di sicurezza, ovviamente, e festeggiamenti terminati poco dopo la mezzanotte; ma i francesi non hanno avuto paura, neanche questa volta. Oltrepassando la Manica, la capitale inglese ha offerto fuochi artificiali sulle acque del Tamigi e la tradizionale parata del primo dell’anno.

In territorio tedesco, Berlino ha deliziato gli spettatori con lo spettacolo davanti la bellissima Porta di Brandeburgo. Controllatissima la Strasse 17 Juni, che collega la Porta alla Colonna della Vittoria. La vicinanza del Bundestag (il Parlamento tedesco) ha aumentato i controlli di sicurezza.

Mosca ha invece varato, come Madrid, una misura straordinaria: la chiusura della Piazza Rossa. Per accedervi è stato necessario esibire un particolare pass ed aver superato attenti controlli.

Gli eventi romani

Seppur in modo minore rispetto agli altri anni, Roma non ha rinunciato ai festeggiamenti. La scelta, anche qui, è ricaduta tra gli eventi in piazza e i brindisi nei locali.

Migliaia di persone hanno assistito al concerto dei Negramaro nella suggestiva cornice del Circo Massimo: neanche a dirlo, anche in questo caso i controlli e le forze di polizia sono state aumentate rispetto gli anni scorsi.

Di discoteche Roma è piena: chi ha deciso di passare così il Capodanno ha avuto solo l’imbarazzo della scelta.