Fondo Solidarietà Mutui, conviene? Stando all’ABI sì!

Fondo Solidarietà Mutui


Il Fondo di Solidarietà per i mutui cos’è? è conveniente? L’anno scorso Altroconsumo aveva messo in dubbio che il Fondo di Solidarietà per i mutui rappresentasse un vero aiuto per le famiglie italiane. Oggi, se dovessimo provare a rispondere a questa stessa domanda potremmo senza dubbio dire che si, il Fondo di Solidarietà per i mutui è di grande aiuto per le famiglie italiane. Infatti, i dati dell’Abi, Associazione Bancaria Italiana, affermano che tra febbraio e ottobre 2015, il Fondo Solidarietà Mutui ha garantito 304 milioni di euro di nuovi mutui, a cui si aggiungono altri 34,5 milioni che sono in fase di erogazione: dunque, sicuramente questa attività del Fondo contribuisce alla ritrovata vitalità del mercato dei mutui. Il Fondo di Solidarietà Mutui, gestito dalla CONSAP, Concessionaria Servizi Assicurativi Pubblici, permette di sospendere il mutuo in alcuni casi di difficoltà, quali la perdita del posto di lavoro, un infortunio che causa un’invalidità civile non inferiore all’80%, oppure la morte dell’intestatario del mutuo.

Il Fondo Solidarietà Mutui non è la sola leva del mercato del credito

Nella 2 giorni chiamata “Credito al Credito 2015 – Fare squadra per la ripresa”, ABI ha sottolineato l’importanza del progetto “CREDIamoCI” siglato a gennaio 2015 con Associazioni dei consumatori: all’interno di questo progetto, articolato in tre importanti ambiti, c’è anche il Fondo di Solidarietà Mutui, che è solo una parte delle azioni e degli strumenti per dar forza al mercato del credito.

Quali sono i punti del programma biennale? Sono 3, e coprono diversi obiettivi:

  • accesso al credito, all’interno della cui finalità spicca il Fondo di Solidarietà Mutui, che prevede una copertura del 50% della quota capitale dei mutui ipotecari fino a 250.000 euro e si rivolge in particolare alle giovani coppie: la dotazione di 600 mila euro permette potenzialmente l’erogazione di finanziamenti per 12-15 miliardi di euro;
  • sostegno alle famiglie in difficoltà; tra novembre 2009 e ottobre 2015 123.630 famiglie hanno potuto sospendere il pagamento delle rate dei mutui per un debito residuo pari a 13,3 miliardi di euro, e questo grazie al Fondo di Solidarietà.
    Per i nuclei familiari in difficoltà a causa di calamità naturali dalla collaborazione tra Abi, Associazioni dei Consumatori e Protezione Civile, è nato un Protocollo d’Intesa che permette la sospensione delle rate dei finanziamenti;
  • consapevolezza dei consumatori, concetto che è fondamentale nel progetto”CREDIamoCI”, che persegue la trasparenza e la sicurezza del mercato del credito anche tramite prodotti di credito innovativi presenti nell’ordinamento attuale e tramite l’aggiornamento delle Linee Guida per la valutazione degli immobili in Garanzia delle esposizioni creditizie, che rispettano la Direttiva Europea sui mutui ipotecari nell’ordinamento nazionale.

Nel proprio report ABI sottolinea l’importanza del Fondo di Solidarietà Mutui, per le famiglie che hanno bisogno di far parte del mercato del credito, ma non ne hanno le possibilità: queste soluzioni permettono di mantenere vivo il mercato dei mutui, e di dare possibilità a tutti i consumatori di beneficiare dei finanziamenti disponibili.