ESTATE FOLLONICHESE

Follonica_marejpg


Visitare la maremma nel periodo estivo è senza dubbio un’ottima scelta, infatti queste zone, anche se adatte a tutte le stagioni, danno il massimo rendimento proprio in questo periodo.
Le città della costa da giugno a settembre si animano di locali stagionali di ogni genere adatti a tutte le fasce di età. Follonica è la seconda città della provincia per numero di abitanti dopo il capoluogo, oltre che centro principale dell’area delle Colline Metallifere grossetane ed è qui che troviamo il maggior numero di attività.
Durante il giorno numerosi “bagnetti” sul mare offrono aree attrezzate con sdraie ed ombrelloni da poter affittare per garantirvi sempre il vostro angolino riservato dove potervi rilassare senza la calca di persone che nei mesi estivi affolla le spiagge libere. Gli stessi durante le ore serali organizzano prima dei suggestivi aperitivi per godersi i fantastici tramonti sul mare, e in seconda serata, si trasformano in disco pub con musica in sottofondo e servizio cocktail. Per chi non è amante del genere ci sono sempre le aree pedonali vicine alla spiaggia dove poter gustare ottimi gelati artigianali e spesso passeggiare ammirando “bancarelle” di artigiani locali. A Follonica ed In altre città come Marina di Grosseto troverete aree attrezzate con giochi per bambini o semplicemente per chi ama attività come il minigolf per passare un po’ di tempo tra amici. Ancora i vari comuni organizzano, nel fine settimana, serate a tema che si svolgono nelle via principali del centro come la notte bianca nella quale tutte le attività rimangono aperte fino a tardi o quella rosa con balli, canti e sapori nella notte dedicati al gentil sesso.
Per questo scegliere alcuni tra gli affitti estivi Follonica sarà, indipendentemente dalla vostra età, la giusta soluzione per le vostre vacanze al mare così che possiate stabilire gli orari nei quali svolgere le vostre attività che selezionerete di giorno in giorno senza incorrere in obblighi di orari spesso stabiliti da alcune strutture ricettive più “convenzionali”.