Caduta dei capelli: cause e rimedi

rak-prostate-i-celavost1


La caduta dei capelli è un problema che interessa larga parte della popolazione maschile e progredisce in maniera significativa con l’avanzare dell’età. Sono circa undici milioni gli italiani afflitti da tale inestetismo, ma quali sono le cause scatenanti? E soprattutto, esistono rimedi validi a cui sottoporsi per una soluzione definitiva?

Nella maggior parte dei casi si tratta di alopecia androgenetica, una tipologia di perdita dei capelli dovuta a fattori ormonali ereditari, che può manifestarsi anche precocemente, prima dei vent’anni. Il diradamento colpisce la zona delle tempie, della fronte e della parte superiore del cranio, portando negli esempi più estremi alla calvizie totale e a gravi ripercussioni sulla sfera psicologica e relazionale, con perdita di fiducia e sbalzi di umore. Esistono poi altre circostanze da non sottovalutare, come lo stress e diete alimentari sbagliate. Da diverso tempo i dermatologi confermano l’ipotesi di una calvizie psicogena, ovvero ansia e depressione somatizzate sul cuoio capelluto o altre aree pilifere del corpo. Mentre, non ci sono dubbi riguardo a collegamenti diretti tra la mancata assunzione di proteine e aminoacidi con l’impoverimento della cheratina, costituente fondamentale del capello.

Per tutte le varie situazioni, risulta necessario rivolgersi ad esperti professionisti, in grado di distinguere la natura fisiologia o patologica del danno e quindi intervenire con tempestività.
Il primo passaggio obbligato è quello di sottoporsi a tricogramma, un approfondito esame microscopico del capello, importantissimo per raggiungere diagnosi efficaci. Serve infatti a determinare il livello di salute della capigliatura e monitorare il ciclo di ricrescita. Solo dopo check-up completo si può passare a trattamenti personalizzati come: laser terapia con luce infrarossa, stimolazioni ad alta frequenza o addirittura metodi di infoltimento chirurgici. Per chi preferisce un esito duraturo, vale la pena considerare l’innovativa tecnica della tricopigmentazione permanente. Una pratica estetica che consente di migliorare l’aspetto del cuoio capelluto tramite microdepositi di colore. Il risultato è l’evidente ringiovanimento dell’attaccatura dei capelli e la copertura di ogni imperfezione.